L’ultimo tentativo del GOP: boicottare la convention di Luglio

L’ultimo tentativo del GOP: boicottare la convention di Luglio

I vertici del partito repubblicano tentano l’ultima disperata mossa per contrastare il tycoon americano.

Convention repubblicana
Immagine di una convention repubblicana

Donald Trump ha trionfato durante queste primarie e, dopo il ritiro di Ted Cruz e John Kasich, sarà sicuramente il candidato alla presidenza per il partito repubblicano. Non vi sono competitors all’orizzonte e, soprattutto, il magnate americano è riuscito a conquistare un gran numero di delegati che gli permettono una vittoria sicura durante la convention di luglio a Cleveland.

Nella storia partitica americana, le convention, più che un luogo di scambio democratico volto a scegliere il candidato dopo i risultati della primarie, rappresentano, come spesso accade negli Stati Uniti, l’esaltazione più effimera dell’establishment politico. Sono delle maestose manifestazioni in cui si celebra l’unione del proprio partito, anche dopo un’aspra campagna elettorale. In un paese etnicamente disomogeneo, spesso, le convention si sono configurate come un importante collante tra persone appartenenti a razza, ceti sociali completamente differenti. Basti pensare, alla convention democratica che nominò J.F.Kennedy: nonostante il paese fosse criticamente diviso a causa delle lotte per il riconoscimento dei diritti civili dei cittadini afroamericani, nella convention di Los Angeles del ‘60 si ritrovarono bianchi, neri, cattolici, protestanti etc.

Trump, anche in questo caso, detiene un primato. Quest’anno, per la prima volta, la convention repubblicana rischia di venire disertata. Il Grand Old Party non vuole che il proprio candidato sia il magnate americano e, dopo aver fallito nel dissuadere il proprio elettorato a votare per il tycoon, sta vagliando l’opzione del boicottaggio. Illustri rappresentati del partito, come i due Bush, Romney e Mc Cain, hanno dichiarato che non saranno presenti a Cleveland. Dai vertici del partito arriva, inoltre, il diktat ai candidati per Senato e Camera, di non partecipare alla convention. Una situazione a dir poco paradossale in cui il Partito Repubblicano sta tentando l’ultima delle strade praticabili per impedire che venga rappresentato da The Donald.

La matassa è sicuramente difficile da sbrogliare perché non si può ignorare, tramite giochi politici, la volontà di un elettorato così ampio e deciso. Al contempo, però, se Trump dovesse sfidare la Clinton, le possibilità di un débacle sono molto alte. Il Partito Repubblicano dovrebbe aprire un serio tavolo di confronto discutendo della situazione in cui versa. La difficoltà nel trovare un candidato che riuscisse a contrastare Trump, parlando in maniera altrettanto efficace, alla propria base elettorale, segnala una profonda crisi all’interno del partito. L’idea di boicottare la convention, al pari dei vari appelli al non voto per Trump, è una mossa assolutamente controproducente che consoliderà, ancora di più, la visione dei cittadini americani di un establishment politico lontano dalle esigenze della gente. The Donald minaccia di togliere la legittima presidenza della convention a Ryan e il GOP sta a guardare, agendo goffamente.

La strada verso Cleveland non è molto lunga e il Partito Repubblicano ha sole due opzioni da vagliare: inventarsi un candidato e imporlo alla convention, tramite manovre di corridoio, o accettare la vittoria di Trump, cercando di trovare un valido vice presidente che supplisca alle molte mancanze del magnate.

ndr pubblicato su Total Free Magazine

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...