L’Italia non è un paese per donne

L’Italia non è un paese per donne

Le parole sulla Meloni e Bedori dimostrano quanto gli stereotipi di genere siano ancora troppo presenti.

Bedori e Meloni
Giorgia Meloni e Patrizia Bedori
L’Italia non è un paese per donne, specialmente se queste fanno politica. Nonostante l’odierno Parlamento abbia un’alta presenza femminile, pari al 50 per cento dell’intero emiciclo, le donne in politica si percepiscono ancora come un’anomalia.

Il candidato a sindaco di Roma, Guido Bertolaso, ad una probabile candidatura dell’ ex ministro Giorgia Meloni, ha risposto: “ La Meloni deve fare la mamma non il sindaco. La gravidanza è il momento migliore della vita di una donna”, quasi a sottolineare che non solo la carriera politica è inconciliabile con la vita familiare, ma che questa rappresenti l’unica alternativa per una donna. A Milano, invece, l’ex candidato sindaco per il M5s, Patrizia Bedori, s’è ritirata dalla competizione scrivendo un lunghissimo post su Facebook, in cui ha espresso indignazione per le critiche subite fino a quel momento. Poche si muovevano sul piano politico, molte invece si limitavano a definirla come una “casalinga grassona”.

L’aumento delle rappresentati di sesso femminile in Parlamento, come anche la presenza di ministre in dicasteri molto importanti, ha promosso la parità di genere solo sulla carta.

Le donne in politica sono ancora identificate come una variazione rispetto alla normalità e ciò, tra le varie conseguenze che ne derivano, porta ad una campagna elettorale che non verte mai solo su temi prettamente politici, ma su quelli riguardanti il fisico o lo stato coniugale.

In un tweet, ieri, la ministra Boschi si è, giustamente, chiesta: “Quando chiederanno ad un candidato uomo di ritirarsi perché non telegenico o perché deve fare il padre?”. Qualsiasi donna, infatti, che si troverà ad affrontare una qualsiasi campagna elettorale dovrà affrontare questo tipo di commenti, al contrario un uomo non verrà mai stigmatizzato perché poco gradevole d’aspetto o perché troppo impegnato in politica.

Le parole di Bertolaso come quelle dei detrattori della Bedori sono l’esemplare rappresentazione degli stereotipi di genere che una donna in politica deve quotidianamente fronteggiare. La figura politica della candidata viene banalizzata continuamente: si parla dell’aspetto fisico come se si parlasse di una star del cinema o della tv e si disquisisce sul suo ruolo familiare come se ciò avesse effettivamente conseguenza sulle capacità di amministrazione della cosa pubblica o sulle doti politiche.

E’ difficile eliminare questi preconcetti anche perché troppo legati a un’impostazione culturale, di tipo maschilista, che caratterizza l’Italia, da secoli.

Non bisogna commettere, però, l’errore di considerare l’Italia come restia a recepire una cultura che promuova la parità di genere: mai come in questo caso, tutto il mondo è paese. Gli esempi sono numerosissimi: Hillary Clinton, durante la prima campagna elettorale, venne criticata per una foto acqua e sapone in cui mostrava le rughe, l’attuale presidente della repubblica cilena, Michelle Bachelet, in entrambe le sue campagne, ricevette offese per il suo fisico e per la sua ambizione politica nonostante avesse due figlie, e potremmo continuare ancora a lungo.

Essere donne, purtroppo, rappresenta, in molti casi, ancora un ostacolo per raggiungere posizioni apicali in politica. Una donna che decide di intraprendere una carriera politica merita di essere criticata, attaccata, anche duramente, ma purché ciò sia fatto solo sul piano politico e delle capacità… la sua vita privata, situazione familiare, caratteristiche fisiche e modo di vestirsi non devono influenzare, in alcun modo, gli elettori.

Ndr pubblicato su Total Free Magazine

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...