Caravanserai – Feral –

Caravanserai – Feral –

La carriera dei Caravanserai è fatta soprattutto di live. Jennifer GentleVerdenaThe VeilsBrunori Sas e The Niro li hanno scelti infatti per aprire i loro concerti. Nel 2015, grazie all’etichetta Garage Records, sono riusciti, finalmente, a pubblicare un disco full-lenght, dopo un passato discografico dominato da brevi ep.

Il titolo del disco in questione è Feral, letteralmente “selvatico”. In effetti, il titolo non potrebbe essere più azzeccato, nel senso che questo album dei Caravanserai è davvero un animale selvatico, ma di quelli aggraziati ed eleganti.

Echoes from the theatre, track d’apertura, ci accoglie con ammalianti violini. Questi faranno capolino in altre tracce del disco (come A men and his burden), ma il mood prevalente di questo lavoro è piuttosto un rock psichedelico dalle atmosfere piuttosto oniriche, come confermano Memorial DayArabasque e il singolo di lancio The day is one.

Feral è un disco ben fatto, forse anche troppo. C’è una tendenza quasi manieristica nel voler curare tutti i particolari, che spesso diventa barocca e ampollosa, forse più evidente perché, da una band così, ci si poteva aspettare qualcosa di leggermente più “sporco” e diretto. È un gruppo che, quindi, può fare ancora meglio, per cui consideriamo questo primo lp un gradevole antipasto che ci apre lo stomaco per gli auspicati ben più sostanziosi album a venire.

ndr pubblicato su: IThinkMagazine

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...