Dubioza Kolektiv: la magia dei Balcani

Dubioza Kolektiv: la magia dei Balcani

I Dubioza Kolektiv, a gran completo.
I Dubioza Kolektiv, a gran completo.

E’ un’equazione incontrovertibile: studio universitario + mancanza di fondi cospicui = pochi concerti (o almeno molti meno di quelli a cui vorresti partecipare). Nonostante questa equazione penda come una spada di Damocle sulla mia vita, riesco a trovare il modo, più o meno, di partecipare a concerti interessanti. Tralasciando i nomi blasonati di cui tutti sanno e di cui tutti scrivono, mi torna in mente un bellissimo concerto di un gruppo bosniaco poco conosciuto in Italia, i Dubioza Kolektiv.

Mi sono fatta trascinare, senza troppa convinzione, ad un loro concerto tenutosi a Bologna circa due anni fa. Era una giornata di giugno: troppo caldo per stare in casa, troppo caldo per buttarsi giù quei 4 o 5 spritz e andare a folleggiare in giro, troppo caldo per far tutto. Una mia cara amica mi propone di andare ai Giardini Filippo Re, armate di una birra ghiacciata, a sentire questo gruppo che “pare carino sentito su youtube”. Arriviamo quando il concerto è iniziato già da un paio di minuti, ma nonostante ciò l’atmosfera è magica: spira un leggero venticello (a sorpresa!) e i ritmi balcanici iniziano ad essere travolgenti. I Dubioza, infatti, non si risparmiano sul palco: sono energici e vitali e anche se li stai ascoltando da poco, non puoi fare a meno di ballare e dimenarti con loro. Sarà l’accento bosniaco, saranno le sonorità balcaniche, ma Sarajevo non sembra più tanto lontana da Bologna.

La scaletta del concerto è tutta su quello che, allora, era il loro nuovo album: Wild wild east. Le canzoni hanno un ritmo incalzante, a partire da Wake up, prima track del loro disco e apripista della performance live. L’urlo energico dell’est Europa arriva dirompente a vivacizzare questa pigra estate bolognese risvegliando gli animi di chi, come me, s’è ritrovato lì per caso cercando un antidoto alla noia.

La musica dei Dubioza Kolektiv non è solo svago danzereccio, ma anche impegno politico che, come sa chi li segue, è un po’ il leitmotiv della loro produzione artistica. Quindi, mentre sei lì a goderti il ritmo, vieni catapultato in quell’atmosfera da collettivo di sinistra, del tipo “duri e puri”, con canzoni quali Euro Song (in cui viene citato il nostro “amato” Berlusconi in una edificante combo lirica: prostitution story/his libido running the country), Making money o U.S.A.

Questo concerto è durato decisamente troppo poco per i miei gusti, ma ciò non mi ha impedito di assaporare appieno la bellezza di questo splendido gruppo. Ho trovato in loro, dopo tanto tempo, originalità. Un sostantivo fin troppo abusato per tutti quei gruppi con la posa da fighetti e una musicalità a dir poco moscia, ma che, in questo caso, non ho paura di usare. I Dubioza sostengono benissimo il peso di questa parola e ritengo che siano uno dei pochi gruppi a poter essere definiti tali. Credo che la cosa migliore che io possa dirvi per farvi capire quanto mi abbia colpito questo gruppo è che, appena finito il concerto, sono corsa verso il baracchino del merchandising ufficiale e ho acquistato i loro cd che ho ascoltato, a loop, per mesi e che, da due anni, mi fanno fedelmente compagnia nel mio Ipod. La loro musica è particolarmente evocativa e sinestetica: potrei trovarmi in capo al mondo, ma mi torneranno sempre in mente le sensazioni, gli odori, le emozioni provate in quella che, inaspettatamente, si è rivelata una bellissima serata.

Sono due anni che i loro cd mi aiutano a sentire meno la mancanza di quel famoso live che così tanto mi aveva stregato e che così tanto spero ancora di risentire.

ndr. Articolo partecipante al concorso: “Be my reporter” (http://www.rockit.it/news/be-my-reporter-selezione-jack-daniels)

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...